fbpx

Confederazione Nazionale Artigiani…

17 Agosto 2020 - - Autore @ Fiorenzo
Confederazione Nazionale Artigiani, Taglio capelli Facile

Provate a cercare online qualche notizia sulle iniziative che le associazioni di categoria possano aver promosso per far sentire le voci arrabbiate e deluse dai nostri e vostri colleghi.

Provateci pure: non troverete alcunché. I pochissimi tentativi di manifestazione sono perlopiù provinciali e con visibilità praticamente nulla a livello nazionale. Non ci prendiamo in giro: gli interessi delle piccole e medie imprese soprattutto sembrano riguardare solo loro.

Sul sito della Cna (Confederazione nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media impresa) ogni giorno si pubblicano articoli su quanto gli affari delle varie categorie vadano sempre peggio, tra rincari del costo dell’energia elettrica (in Italia quasi il 20% in più in bolletta) e scadenze incombenti per il pagamento dei versamenti fiscali (fissata per ora al 20 agosto). Lamentele, certo, ma tali rimangono. Cosa si fa di concreto?

Dopo la giusta, ma solo temporanea attenzione nei confronti di parrucchieri ed estetisti che hanno riaperto le loro attività per ultimi nella fase due post-COVID19, sembra che tutti si siano dimenticati di chi paga le tasse e le bollette dell’elettricità come tutti, pur essendo tra gli ultimi rappresentati.

L’assidua presenza mediatica che Confartigianato Imprese vanta insieme al loro costante dialogo col governo sembra per ora un assolo: se le canta e se le suona senza che ci siano veri risultati. E quelli che ci sono, non possono essere definite più che briciole.

Confederazione Nazionale Artigiani, Taglio capelli Facile

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA ASSENTI

Gli artigiani della categoria devono comunque trovare di che vivere, le partite IVA cercare un modo per non andare in rovina. La pandemia ha acuito e fatto emergere prepotente il malcontento che si respirava nella categoria.

C’è chi aspetta ancora la cassa integrazione, chi osserva i propri introiti diminuire inesorabilmente, chi è costretto, per via delle misure di sicurezza da attuare (ne avevamo parlato in un articolo precedente), ad allungare gli orari della giornata lavorativa. E la frustrazione cresce.

Muoversi tutti insieme, in maniera nazionale, non grettamente locale e come comete che scompaiono nell’arco di qualche secondo: ecco cosa vuol dire fare qualcosa di concreto. Unirsi nella protesta contro le ingiustizie sociali che danneggiano i lavoratori onesti – lasciamo perdere gli abusivi – ma non solo: è il Paese tutto a perderci.

Se non le contribuzioni dei cittadini, cos’è che veramente sostiene uno Stato? Ma se questo Stato non mette i suoi contribuenti nelle condizioni di pagare, chi può biasimare la rabbia degli stessi cittadini?

Ma qualcuno qui ha sentito di scioperi degli artigiani? No. Perché? Forse perché non aprire bottega equivale a perdere il denaro che in un modo o nell’altro verrà chiesto con le tasse? Forse perché non c’è alcuna garanzia, alcuna sicurezza nemmeno da parte delle associazioni che dovrebbero tutelare gli imprenditori italiani?

Non bastano più i contentini a fondo perduto, che in un Paese economicamente sfiancato come l’Italia sono stati anche inaspettati. Il vero problema è far valere la voce di chi ogni giorno deve trovare il modo di andare avanti, non solo in un periodo straordinariamente difficile.

Resta il fatto che i rappresentanti di categoria non rappresentano un bel niente: tante parole, begli articoli, qualche comparsata TV, e poi i fatti?

Veramente dovremmo rivolgerci tutti ai privati? Come se i costi attuali per le imprese non fossero già abbastanza? Sarebbe certamente nient’altro che ridicolo. Ma alle ridicolaggini sembra che ci siamo un po’ tutti abituati, a furia di farci rappresentare da buffoni.

Confederazione Nazionale Artigiani, Taglio capelli Facile

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: AI TEMPI DEL CORONAVIRUS

Per rimanere sempre aggiornato segui le mie pagine:

Instagram – @Fiorenzo.Denola

Youtube – Fiorenzo De Nola

Facebook – Tagliocapellifacile.it

Condividi questo articolo